Sebastiano – Iconografie di un martirio tra passato e presente

cache_194d8721736f745d388d69d112de08bc_b09f5288622841d2d61f259156ce3713Sebastiano – Iconografie di un martirio tra passato e presente ", ideata e curata da Maria Censi e promossa dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Cento.

L'originalità della mostra, nata per celebrare il Santo patrono di Renazzo, consiste nell'accostamento di dipinti antichi (dalla seconda metà del sec. XV alla metà del sec. XVIII), fra cui due interessanti inediti, a dipinti contemporanei, eseguiti da artisti di spicco nel panorama nazionale. Trenta opere complessivamente per proporre le diverse iconografie del Santo prima e dopo la Controriforma e per aprire un dibattito sul significato del "sacro" nell'arte di oggi.

Nelle opere in mostra, l'affascinante leggenda di Sebastiano è descritta, in particolare, nel tema del martirio, superato grazie all'intervento divino, raffigurato negli angeli, e all'aiuto materiale offerto da Irene, la vedova pietosa che soccorre il giovane risanandolo dalle piaghe delle frecce. Nell'arte contemporanea il martirio è vissuto come accostamento al tema della crocifissione e, in senso laico, come sacrificio della vita in difesa della dignità di ogni essere umano.

La mostra è accompagnata da un ricco catalogo che, oltre alla riproduzione delle immagini e all'introduzione di mons. Lino Goriup, vicario episcopale per la cultura, propone l'approfondimento della leggenda di Sebastiano nel testo di Maria Censi e nelle schede di ciascun dipinto, e la presenza della figura del martire nella cinematografia (testo di Lucio Scardino) e nella letteratura (testo di Matteo Tosi).

Ingresso gratuito
Orari di apertura del Museo Parmeggiani
:
giovedì, dalle 15,30 alle 18,30;
sabato e festivi, dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 18,30.

Per visite fuori orario e per visite guidate per gruppi occorre telefonare al n. 051-6836171


Potrebbero interessarti anche...